Bitcoin

Ex dipendente di Microsoft accusato di frode fiscale Bitcoin di primo grado negli Stati Uniti

Volodymyr Kvashuk è stato condannato a nove anni per 18 reati, tra cui frode e riciclaggio di denaro.

L’ingegnere ucraino ha frodato Microsoft per oltre 10 milioni di dollari, utilizzando Bitcoin per nascondere i fondi.

L’ingegnere informatico ucraino Volodymyr Kvashuk è stato condannato a nove anni di carcere per aver frodato Microsoft durante il suo mandato presso la società.
Kvashuk ha rubato 10 milioni di dollari, trasferendo un valore di 2,8 milioni di dollari sui suoi conti bancari tramite un servizio di mixaggio Bitcoin.
Questo caso è il primo esempio conosciuto negli Stati Uniti di false dichiarazioni fiscali che coinvolgono la valuta digitale di primo grado.

Un ingegnere informatico ucraino è stato condannato a nove anni di carcere dopo aver frodato Microsoft per oltre 10 milioni di dollari. Volodymyr Kvashuk ha trasferito fondi alla Bitcoin come parte dell’elaborato stratagemma.

Ex dipendente di Microsoft si sottrae a milioni di dollari

Per un periodo di sette mesi durante il suo periodo alla Microsoft, Kvashuk ha rubato milioni di dollari in „valuta memorizzata“, termine spesso usato per indicare beni come le carte regalo digitali.

Attualmente residente a Renton, Washington, ieri è stato accusato ieri presso un tribunale distrettuale degli Stati Uniti di 18 reati, tra cui vari capi d’accusa per frode, riciclaggio di denaro, furto d’identità e presentazione di false dichiarazioni dei redditi.

I reati di Kvashuk riguardavano il furto delle gift card Microsoft e la loro rivendita sui mercati online. All’inizio, ha preso circa 12.000 dollari prima di alzare la posta in gioco per rubare milioni di dollari.

Il 26enne è stato trovato ad aver usato gli account di posta elettronica di prova dei suoi colleghi per coprire le sue tracce. Una volta commessi i reati, si è abbandonato ad acquisti stravaganti, tra cui una casa sul lago da 1,6 milioni di dollari e un’auto Tesla da 160.000 dollari.

In seguito alla condanna di una giuria nel febbraio 2020, Kvashuk è stato condannato ieri a nove anni e gli è stato ordinato di pagare 8.344.586 dollari di danni. Si trova inoltre ad affrontare la deportazione dagli Stati Uniti.
Bitcoin come mezzo per la frode fiscale

Il caso di Kvashuk ha attirato l’attenzione sul suo uso del Bitcoin nel tentativo di nascondere la sua attività.

Ha trasferito 2,8 milioni di dollari in BTC nei suoi conti bancari e di investimento, utilizzando un servizio di cripto-currency tumbler per nascondere le sue tracce di transazioni. A causa della catena di blocco pubblica di Bitcoin che registra ogni transazione su un libro mastro, i servizi di miscelazione come CryptoMixer sono strumenti popolari tra coloro che vogliono mantenere la privacy sulla rete.

Kvashuk ha anche evaso le tasse sui fondi Bitcoin, sostenendo di aver ricevuto la valuta da un membro della famiglia. È il primo esempio conosciuto di frode fiscale che coinvolge la Bitcoin negli Stati Uniti.

Standard